Bucarest: la Piccola Parigi

Una città intrisa di arte e cultura

Se vi immaginate Bucarest come una città con poche cose da fare, vi sbagliate. La capitale della Romania è, infatti, un centro vivo animato, pieno di storia, monumenti, luoghi di interesse artistico e posti culturali. Teatri e musei sino disseminati in questa bella città, così come le gallerie d'arte (se ne contano 18) e le biblioteche: si tratta di una capitale che trasuda cultura in ogni suo angolo. Ecco cosa non dovete perdervi:

  • La corte antica
Il cuore della città di Bucarest, il suo centro storico è conosciuto con il nome di "Corte Antica": si tratta di un'area voluta da Vlad Tepes (alias Dracula) che comprende la Locanda di Manuc (o Hanul lui Manuc) che affitta camere che richiamano l'atmosfera di tempi passati, e alcuni edifici neo-gotici di una bellezza indescrivibile. Tra i locali si raccomanda una visita al Carul cu Bere, ovvero carro della birra, un edificio con vetrate neogotiche.
  • I musei 
Tanti sono i musei che è possibile ammirare nella città di Bucarest, se ne contano addirittura 37: si va dal Museo nazionale d'arte che conserva oltre 70mila capolavori firmati da artisti del calibro di Rembrandt, Rubens, Renoir, Cezanne e Veneziano, oltre a una vasta gamma di opere di pittori romeni, al Museo di Storia della Romania che racconta la storia di Bucarest; dal Museo Nazionale Cotroceni situato all'interno dell'omonimo palazzo dove risiede il Presidente della Repubblica al Museo della Musica, tanto per citarne alcuni. E ancora il Museo Satului, uno dei più grandi musei etnografici all'aria aperta in tutta Europa e il Museo del Contadino, che mette in mostra 100mila oggetti che esaltano e ripercorrono le antiche tradizioni. Non va dimenticato poi il Museo di Storia Naturale Grigore Antipa, uno dei primi al mondo specializzato in questo settore: vanta oltre 30mila pezzi unici.
  • I teatri
Se di numeri vogliamo parlare anche per quanto riguarda i teatri si raggiungono cifre da record: in tutta la città si contano ben 22 teatri. Tra i più importanti si annoverano L'Opera Romena, al cui ingresso si trova la statua del compositore George Enescu, il Teatro Nazionale, ricostruito nel corso degli anni sessanta dopo la distruzione con i bombardamenti del 1944 da parte delle truppe tedesche, l'Ateneo Romeno, diventato il simbolo della città. Nell'Ateneo Romeno si tengono i concerti dell'Orchestra Filarmonica "George Enescu".
  • Le chiese 
Tra le costruzioni religiose di Bucarest è da segnalare la Chiesa della Corte Antica, realizzata nel 16esimo secolo famosa per i suoi bellissimi affreschi, la Chiesa Patriarcale situata su una suggestiva collina, la Chiesa Curtea Veche, il monastero Antim, la Chiesa Stavropoleos, laChiesa di San Silvestro, la chiesa Coltea simbolo della rivolta del 1989 e la Chiesa Italiana Cattolica. E ancora Kretulescu, una delle più belle chiese di Bucarest, datata nel 1722.
  • I palazzi 
Tra i palazzi degni di nota della città di Bucarest c'è la Casa del Popolo, o il Palazzo del Parlamento, voluto dal dittatore Ceausescu, che con i suoi 330mila metri quadri rappresenta il secondo edificio più grande del mondo per estensione (dopo il Pentagono) e il terzo se si tiene conto del volume. Da ammirare il suo stile architettonico eclettico. Oltre a questo palazzo è possibile ammirare il Palazzo Vittoria, sede del governo, il Palazzo di Giustizia, il Palazzo Cretulescu, il Palazzo del Municipio, la Biblioteca Centrale Universitaria, il Palazzo dell'Università, l'edificio barocco che ospita la Casa di Risparmio e il tribunale.
  • L'arco di Trionfo

Leggi più qui: http://www.logitravel.it/guida-turistica/cosa-visitare-bucarest-378_1.html