Targoviste, la capitale dei principi di Valacchia

        Targoviste, antica fortezza del sedile, si trova nella parte centro-meridionale della Romania su una terrazza alta di 260 m, sopra la valle Ialomita, al confine tra la regione collinare dei Carpazi e l'alta pianura di Targoviste.


Gli scavi archeologici effettuati sul territorio e nei dintorni della città di Targoviste hanno dimostrato che questa regione era abitata dal Neolitico. 
Nel Museo di Archeologia sono ben illustrati gioielli e strumenti geto-daci del tempo dei re daci, Burebista e Decebalo, e monete successive che dimostrano la comprensione della cultura materiale dacia-romana (I-III secolo) e poi bizantina (5 ° secolo). -VI).


La prima menzione della città, nel 1396, viene fatta dal crociato bavarese Johann Schiltberger, che visitò la città durante i preparativi per la battaglia di Nicopole. Durante il regno di Mircea il Vecchio, la città divenne la principale residenza reale del Paese Rumeno. Anche durante questo regno fu ricostruita la Corte Reale, le cui rovine circondano oggi la Torre di Chindi; le ultime ricerche archeologiche hanno avanzato l'idea che un tribunale sia stato eretto qui prima di Mircea il Vecchio.

Image result for targoviste


Nel 1418 Targoviste è certificata come città e capitale del Paese Rumeno. Durante questo periodo, la città di Targoviste ha beneficiato di uno status privilegiato essendo il centro economico e culturale più importante del Paese Rumeno favorito fatto e dalla sua posizione al crocevia di importanti strade commerciali.

Alla corte di Ialomita furono prese importanti decisioni politiche, i grandi signori Dan II (1422-1431), Vlad Dracul (1437-1442, 1444-1447) e suo figlio Vlad Dracula (1448, 1356-1462, 1476), gli ultimi a porre fine ai loro regni e alle loro vite dopo alcuni combattimenti a Târgovişte. I suddetti signori hanno reso famosa la capitale, essendo la corte di Târgovişte, da un punto di vista diplomatico, tra gli importanti centri politici dell'Europa medievale.


A partire dal 1462, quando la città e il cortile furono attraversati da fuoco e spada da Maometto II, quello incoronato nel 1453 con l'aura del conquistatore della capitale di Costantino il Grande, il centro politico del paese si sposterà sulla riva del fiume Dâmboviţa. , nella città di Bucarest, fondata come fortezza da Vlad Dracula e uno degli avamposti del fronte anti-ottomano. Tuttavia, Bucarest avrà per breve tempo lo status di residenza principale e solo durante i regni di Radu cel Frumos (1462-1474), Basarab Laiotă (1473-1474, 1475-1477) e Basarab Ţepeluş (1474, 1478-1481), militare assicurato dall'impero ottomano.

Il voivod Radu cel Mare ricostruisce dal 1499 la chiesa "Sf. Nicolae din Deal ”, oggi noto come Monastero di Dealu, che sarà completato dal suo successore Vlad il Giovane. Il suo dipinto sarà realizzato nel 1514 sotto Neagoe Basarab dal pittore Dobomir di Targoviste. Con ogni probabilità, a Targoviste si attivò il primo maestro di stampa del Paese rumeno, Macarie, che, a partire dal 1508, stampò i primi tre libri in lingua slava a noi noti: "Liturghierul" (1508), "Octoihul" (1510) e "Evangheliarul" (1512).

Rinascita dalle sue stesse rovine, la corte continuerà a rappresentare una delle importanti sedi reali del Paese rumeno, diventando nuovamente capitale nel 1640, durante il regno di Matei Basarab (1632-1654). Al tempo di questo grande signore Târgoviştea raggiungerà il culmine del suo sviluppo come centro economico e politico, e nel piano militare sono state prese misure senza precedenti nella sua storia, la città e il tribunale sono stati massicciamente fortificati con nuovi fossati, mura e torri di difesa. La morte del gentiluomo, con tragiche conseguenze per la città e il cortile che culminò nella completa distruzione della residenza negli anni 1659-1660, causò di nuovo il trasferimento della residenza principale nella città di Bucarest, che rimarrà, da questo momento, la capitale del Paese rumeno. Il merito di salvare dal completo degrado la sedia Târgoviţa, rimasta per tre decenni, è stata data a Constantin Brancoveanu, la cui enorme ricchezza è passata alla leggenda. Il grande gentiluomo fu uno dei più prolifici costruttori di monumenti, stampando un particolare stile di architettura ecclesiastica e secolare, che porta il suo nome.


Dichiarato comune nel 1968, attualmente Targoviste conta circa 99.000 abitanti ed è la residenza della contea di Dambovita. Allo stato attuale, la città di Targoviste è un importante centro economico e culturale della Muntenia e ha un notevole potenziale turistico attraverso le numerose costruzioni e monumenti di speciale valore storico.

Vuoi visitare questa magnifica città? Ecco un'opzione di tour che include anche Targoviste!


Targoviste fu il luogo dell'esecuzione dopo la condanna del leader dello stato comunista Nicolae Ceaușescu e di sua moglie, Elena Ceaușescu, nel dicembre 1989.

 

Parole chiave: targoviste | città e capitale del Paese Rumeno | il luogo dell'esecuzione di Ceausescu