Il Delta del Danubio - l'affascinante storia dell’ultimo pellicano dell’Europa

Nella scoperta del simbolo della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio - il PELLICANO

 

Il Delta del Danubio è la terza biodiversità al mondo, dopo la Grande Barriera Corallina e le isole Galapagos. La Riserva della Biosfera del Delta del Danubio si estende su una superficie di 580.000 ettari ed è considerata la più grande area di ricostruzione ecologica e rivegetazione nel mondo. Qui il Danubio ha creato un labirinto di isole, laghi e foreste che forniscono un habitat ideale per 4.000 specie animali, a cui si aggiungono ogni anno delle altre nuove specie.  

                                                                         

Tra tutte le specie di uccelli, il pellicano è diventato il simbolo del Delta del Danubio. Qui si trova il pellicano bianco (Pelecanus onocrotalus) e il pellicano dalmata (Pelecanus crispus). Sono specie rari in Europa, ma sono rare in tutto il mondo, in particolare il pellicano dalmata, specie in via di estinzione in tutto il mondo. Se il pellicano nel delta è normale, le cose sono diverse nel resto d'Europa, dove il pellicano lentamente si è ritirato per lasciare il posto alla civiltà, arrivando nel Delta del Danubio, dove ha trovato l'habitat ideale. Molto tempo fa, entrambe le specie si trovano anche in Dobrogea, e il loro numero superava qualsiasi immaginazione umana. Si presume che si trattava persino di milioni di pellicani. Ora essi si trovano solo nel Delta del Danubio.

            

La Romania ha una percentuale importante della popolazione mondiale di questa specie. I pellicani stanno crescendo qui in colonie enormi, protetti e nascosti alla vista da canneti. Ogni anno, circa 2.500 coppie di pellicani bianchi e circa 100 copie di pellicani dalmati lasciano l'Africa per venire nel Delta. Vengo qui per allevare i loro piccoli. Qui c’è la più grande comunità di pellicani fuori dall'Africa.

           

Adesso, i pellicani sono protetti in tutta Europa. Dal 1955 in Romania i pellicani sono stati dichiarati monumenti naturali, anche le colonie sono protette, l’ingresso nelle colonie è rigorosamente protetto. I pellicani non solo sono dichiarati monumenti naturali, ma sono protetti anche dalla Convenzione di Berna riguarda la conservazione della vita selvatica e dell'ambiente naturale.

         

Anche se sono stati dichiarati monumenti naturali, i pellicani sono soggetti alle pressioni da parte delle persone, dei turisti e delle barche. Chiunque va nel Delta vorrebbe vedere i pellicani, però il periodo migliore si possono vedere più pellicani è durante l'estate, quando i cuccioli sono già grandini e sono sul lago.

Vuoi scoprire il Delta del Danubio in tutto il suo splendore? Vedi qui come puoi farlo!

Perché visitare il Delta? Perché la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio è un show room della biodiversità dell’umanità dove troviamo oltre trenta tipi di ecosistemi, più di 54.000 specie di flora e fauna, è la più grande area di canna compatto al mondo, il più importante posto di migrazione posto e di abitazione degli uccelli d’acqua in Europa.

 

Fonti: 

www.ddbra.ro.    

http://www.imperialtransilvania.com/it/2016/07/27/leggi-notizia/argomenti/places-of-interest-1/articolo/the-fascinating-story-of-the-last-pelican-in-europe-1.html

 

Parole chiave: Delta del Danubio | il pellicano | biodiversità | Riserva della Biosfera del Delta del Danubio